Battesimo Deistico

Il battesimo è uno dei riti di iniziazione più famosi al mondo.

Il termine battesimo deriva dal greco, baptizo e significa letteralmente immergere. Per questa ragione, infatti, ancora oggi nella religione ortodossa, il battesimo avviene per immersione totale in acqua. Vediamo nello specifico i vari riti battesimali che accompagnano oggi le diverse religioni.

Anche l’Unione Deista Italiana prevede un rito di iniziazione come ogni altro culto religioso organizzato, per far sentire il membro parte di una comunità e per segnalare il passaggio. Come sempre è bene ricordare che l’adesione all’UDI non è la sine qua non per definirsi deista, un deista può anche non far parte dell’UDI, ma la sua adesione permette di garantirgli un riconoscimento pubblico legale.

L’UDI non battezza i neonati, al contrario l’UDI pensa che il battesimo religioso dovrebbe essere vietato a chi non è capace di esprimere il consenso. l’Italia infatti, permettendo il battesimo ai neonati viola l’articolo 3 della Convenzione Internazionale sui diritti dell’infanzia. Lo ribadisce anche una sentenza della Corte costituzionale n. 239 del 1984 che ha stabilito: “l’adesione a una qualsiasi comunità religiosa debba essere basata sulla volontà della persona”.

I deisti che vogliono battezzare il neonato possono farlo tramite un battesimo civile. In Italia numerose amministrazioni comunali sono solite organizzare cerimonie o feste di “benvenuto ai nuovi nati” (o altri nomi simili), per lo più collettive e annuali, con cui il sindaco di solito regala alle famiglie una copia della Costituzione italiana e/o altri doni (ad esempio: bandiera tricolore, opuscoli informativi per i servizi all’infanzia, kit, ecc.). Nel 2009 anche il consiglio comunale di Firenze all’unanimità istituì la “festa del neonato”, con cui ogni tre-quattro mesi il presidente di quartiere invita neonati e genitori in una cerimonia pubblica per significare il “riconoscimento pubblico del neonato quale nuovo cittadino”; tale iniziativa è stata però criticata duramente dal mondo cattolico.

Il battesimo per l’UDI può essere fatto solo al compimento del 14° anno di età, è organizzato da un Lume attraverso un rito stabilito dall’Unione Deista Italiana.

LEGGI ANCHE: