Dottrina

Le Credenze dei Deisti

Con dottrina si intende l’insieme del sapere (corpus di conoscenze) di una determinata materia. Come ogni religione, anche quella dell’Unione Deista Italiana, quale forma di Deismo Organizzato, ha stilato una dottrina, molto contenuta, necessaria al riconoscimento come culto.


La Teologia spiega che i deisti credono nella Religione Naturale del Deismo, cioè ogni deista crede nella sua visione personale di Dio e crede sul predominio della regione sulla fede, non escludendo quest’ultima. A differenza dei teisti, i deisti si basano sulla teologia naturale o la teologia trascendentale, rifiutano quindi la teologia rivelata.

La Cosmogonia spiega che i deisti credono che dietro la nascita dell’universo, ci sia Singolarità, che per semplificare chiamiamo Dio, come causa del Big Bang. Per questo motivo i deisti non credono che il Big Bang non è stato un atto venuto fuori dal nulla, ma che abbia una causa trascendente. Il fatto che poi Dio sia solo causa trascendente o anche effetto immanente, o altre interpretazioni teoriche, sono speculazioni filosofiche di correnti deistiche.

La Escatologia dei deisti è divisa in tre categorie: individuale, collettiva e universale. Rispettivamente riguardano la fine della vita singola, la fine della specie umana, e la fine dell’universo. I deisti possono credere nella vita dopo la morte, la reincarnazione o altro. Ciò che li preoccupa di più è quando e come sarà la fine dell’umanità, e cercano di studiare il futuro dell’universo.

La Soteriologia riguarda invece la salvezza dell’umanità dai problemi previsti dall’escatologia. Il mondo può andare solo in due direzioni: la decadenza e la trascendenza. La terza strada, il plateau, è solo temporanea. Per andare verso la trascendenza bisogna realizzare un Nuovo Illuminismo, che ci poterà senza l’uso della violenza ad una Rivoluzione completa.

La Teodicea spiega che il Male esiste ed è di due tipi: Attivo e Passivo. Il primo causato dagli umani, il secondo dalla loro inazione. Fin dagli albori dell’umanità Virtuosi e Dannosi hanno lottato per il Bene e per il Male. In mezzo a loro, la categoria degli Ignavi, la massa che viene sfruttata dai Dannosi per i loro tornaconti.

La Liturgia riguarda tutte le pratiche che riflettono i principi del Deismo. Nel caso dell’Unione Deista Italiana sono state classificati dei rituali, sia individuali che collettivi, con lo scopo di creare coesione sociale e promuovere una spiritualità basata sia sull’introspezione che sull’ascolto e il dialogo con l’altro. Inoltre sono state stabilite quattro festività religiose basate sulla natura. Infine, una gerarchia minima composti Lumi, i ministri di culto dell’Unione Deista Italiana.

La Architettura sacra è una parte fodamentale nelle religioni. L’Unione Deista Italiana intende realizzare dei Templi che siano strutture dove si sacralizza la vita, dando ospitalità ai bisognosi. I luoghi di culto deisti non sono finalizzati esclusivamente al culto, ma sono anche dei centri importantissimi per realizzare un’utilità sociale e al perseguimento degli obiettivi dell’Unione Deista Italiana. Questi luoghi esisteranno solo dopo che l’UDI avrà ottenuto il riconoscimento.

Il Catechismo dell’Unione Deista Italiana rappresenta il trasferimento della coscienza utile a interpretare il mondo, decostruirlo e ricostruirlo sulla base della ragione e dell’amore. I Lumi realizzeranno incontri, seminari, materiale video, etc in cui approfondiranno insieme ai fedeli storie e tematiche utili alla crescita personale, spirituale e mentale. Questa attività sarà resa disponibile dopo che l’UDI avrà ottenuto il riconoscimento.

La Demonologia rappresenta il sostegno del Deismo alla salute mentale, attraverso l’istituzione di un servizio gratuito di base di assistenza psicologica e psichiatrica ai fedeli che ne hanno necessità. L’UDI ritiene che questo dovrebbe essere un servizio di base in ogni Stato democratico, ma decide di accavallarsi questa spesa pubblica per dimostrare quanto sia importante la diffusione di questo servizio. Questa attività sarà resa disponibile dopo che l’UDI avrà ottenuto il riconoscimento.

Il Simbolismo rappresenta le immagini collegate al Deismo, non immagini sacre da venerare, bensì simboli che servono ad identificare e dare maggior senso di appartenenza ai fedeli. Nel corso della storia sono nati vari simboli che rappresentano il Deismo o la religione naturale. La produzione artistica è frutto di creatività ed una ricchezza per questa visione religiosa. Alcuni deisti appendono alle pareti opere della produzione artistica deista.

La Storiografia contiene la storia dei movimenti deisti, dei deisti famosi e della storia del Deismo in generale. Questa materia è in costante aggiornamento, grazie alle nuove scoperte degli esperti. E’ possibile leggere la storia sia sottoforma di sintesi che di timeline.

L’Apologetica è la materia religiosa che si occupa di rispondere alle critiche filosofiche agli argomenti usati tradizionalmente per credere in Dio, ovvero all’argomento morale, all’argomento cosmologico, all’argomento telelogico e all’argomento dell’esperienza personale.