Scienziati Deisti

Questa raccolta non vuol essere utilizzata come prova dell’esistenza di Dio. Se tutti gli scienziati del mondo fossero ultra-religiosi o ultra-atei, cioè non proverebbe o smentirebbe in alcun modo il divino. La scienza non potrà mai né confermare né negare il trascendente perché è incapace di analizzarlo.

Il senso di questa pagina è semplicemente smentire la diffusa bufala che tutti i più grandi scienziati o che la maggior parte degli scienziati sia ateo. Infatti, secondo un’indagine condotta dal Pew Research Center, il 51% degli scienziati crede in una qualche forma di divinità o potere superiore, il 41% è ateo e solo il 7% è agnostico.

La lista contiene solo gli scienziati deisti, esclude quindi tutti gli scienziati che credono in altre forme religiose, come cristianesimo, islam, ebraismo, buddhismo, etc.

Gli uomini sono diventati scientifici perché si aspettavano la legge della natura, e si aspettavano la legge della natura perché credevano nel legislatore.
– Alfred Whitehead


Paul Davies1946, fisico e divulgatore scientifico
Tra i più importanti fisici viventi, è particolarmente famoso per i suoi studi di cosmologia e di esobiologia. È titolare della cattedra di Natural Philosophy presso l’Australian Centre for Astrobiology della Macquarie University a Sydney. Ha ricevuto nel 1995 il Premio Templeton, assegnato annualmente alle personalità che hanno dato particolari contributi nell’ambito della religione o della spiritualità. Si è convertito dall’ateismo al deismo grazie alle sue ricerche scientifiche.
(Citazioni)

Gerald Schroeder1941, fisico
Professore in diversi istituti scientifici, ha lavorato al dipartimento di fisica nucleare del Massachusetts Institute of Technology, al Weizmann Institute of Science e al Volcani Research Institute. E’ stato membro dell’United States Atomic Energy Commission e consulente di vari governi internazionali. Negli ultimi anni si è occupato notevolmente del rapporto tra scienza e fede, contribuendo alla conversione deista del noto paladino dell’ateismo scientifico Antony Flew. Di religione ebraica, sostiene l’evoluzione teista.
(Citazioni).

Carlo Rubbia , 1934, fisico e premio Nobel
Premio Nobel per la fisica nel 1984, ha modificato l’acceleratore SPS del CERN di Ginevra in un collisionatore protone-antiprotone e ha scoperto i bosoni vettoriali. Dirige il CERN dal 1989 al 1993 e dal 1999 è Presidente dell’ENEA. Credente in un Essere superiore e creatore.
(Biografia | Citazioni)

Arno Allan Penzias1933, fisico e premio Nobel
Nel 1978 ha vinto il Premio Nobel per la Fisica grazie alla scoperta della radiazione cosmica di fondo. Fellow della American Academy of Arts and Sciences e medaglia Henry Draper della National Academy of Sciences. Nega l’esistenza di un Dio antropomorfo, ma afferma l’esistenza di un’entità trascendente.
(Citazioni)

Robert Jastrow 1925, astronomo, fisico e cosmologo
E’ stato il primo presidente del “NASA’s Lunar Exploration Committee”, che ha stabilito gli obiettivi scientifici per l’esplorazione della Luna durante l’atterraggio di Apollo. Fondatore e direttore del “NASA’s Goddard Institute for Space Studies”, emerito fondatore e presidente del “George C. Marshall Institute” e direttore emerito del “Mount Wilson Observatory” e “Hale Solar Laboratory”. E’ stato docente di Geofisica alla Columbia University. Agnostico deista, ha mostrato più volte di considerare l’universo come l’atto di una creazione volontaria.
(Citazioni)

Fred Hoyle, 1915-2001, astronomo
I suoi numerosi contributi scientifici vanno dalla spiegazione della genesi degli elementi “pesanti” a quella della frammentazione del gas in stelle, ma egli è noto soprattutto come sostenitore della teoria cosmologica dello stato stazionario e dell’ipotesi della Panspermia. E’ stato conduttore di programmi di divulgazione scientifica di successo. Credente deista, ha abbandonato l’ateismo (anche se alcuni lo definiscono agnostico) grazie allo studio del principio antropico.
(Citazioni)

Luigi Fantappié, 1901-1956, matematico
Professore in varie università italiane, fondò l’istituto di matematica dell’Università di San Paolo in Brasile. Fu il creatore della teoria dei funzionali analitici. Propose una possibile estensione su scala cosmica della relatività ristretta. Grazie ai suoi studi arrivò a credere in un Essere superiore che chiamava “Dio”.
(Biografia)

Max Born1882, fisico, matematico e premio Nobel
Risolse l’Equazione di Schrödinger della meccanica quantistica, per la quale si aggiudicò il Premio Nobel per la fisica. Insegnò presso l’Università di Cambridge e di Edimburgo. Si convertì dal giudaismo al cristianesimo luterano, anche se si considerava essenzialmente deista.
(Citazioni)

Albert Einstein, 1879, fisico e premio Nobel
E’ considerato uno dei fisici più importanti di sempre avendo mutato il modello istituzionale di interpretazione del mondo fisico. Premio Nobel per i suoi contributi alla fisica teorica e specialmente per la sua scoperta della legge dell’effetto fotoelettrico. Rimanendo aconfessionale, credeva in un Dio creatore e ordinatore dell’universo, come ha più volte affermato.
(Biografia | Citazioni)

Max Planck, 1858–1947, fisico e premio Nobel
Ha inaugurato la teoria dei quanti che insieme con la teoria della relatività è uno dei pilastri della fisica contemporanea. Questo gli valse il premio Nobel per la fisica del 1918. Credente in un Dio onnipotente, benevolo e onniscente ma non personale, combattè il positivismo e considerò l’ateismo un’ossessione verso i simboli.
(Biografia2 | Citazioni2 Citazioni)

Santiago Ramón y Cajal, 1852, medico, premio Nobel e fondatore della neuroscienza
Fu un pionere nell’investigazione delle strutture microscopice del cervello, è considerato per questo il padre della neuroscienza moderna.
(Biografia)

Ludwig Boltzmann , 1844, fisico e matematico
E’ stato uno dei più grandi fisici teorici di tutti i tempi. La sua fama è dovuta alle ricerche in termodinamica e meccanica statistica. Diede importanti contributi anche in meccanica, elettromagnetismo, matematica e filosofia.
(Biografia)

Jean-Baptiste Lamarck, 1744, zoologo
Naturalista e zoologo, è padre del termine “biologia” ed elaborò la prima teoria dell’evoluzione degli organismi viventi basata sull’adattamento e sulla ereditarietà dei caratteri acquisiti, conosciuta come lamarckismo.
(Biografia)

Isaac Newton 1643, Matematico e fisico, Padre della legge di gravitazione universale
E’ considerato una delle più grandi menti di tutti i tempi, descrisse la legge di gravitazione universale e, attraverso le sue leggi del moto, creò i fondamenti per la meccanica classica. Deista, credeva in un Dio creatore immobile e trascendente dell’universo. Considerava Dio come un demiurgo, un “orologiaio” dell’Universo, essere impalpabile che lo aveva messo in moto. Vedeva come prova dell’esistenza di questo Essere la complessità dei moti planetari (qui vedi alcune sue citazioni)
(Biografia | Citazioni)